English (UK)

Glossario di traduzione e web writing

Definizioni e spiegazioni di termini comuni utilizzati nella traduzione e nel web writing. Da accessibilità a zoom...

Accessibilità: significa che persone con disabilità possono usare il web. Grazie all’accessibilità, le persone disabili possono percepire, comprendere, navigare, interagire e contribuire al web. L’accessibilità offre vantaggi anche ad altri utenti con problemi dovuti all’invecchiamento, come per esempio gli anziani. L’accessibilità web comprende tutte le disabilità che possono impedire l’accesso al web, fra cui le disabilità visive, auditive, fisiche, del linguaggio, cognitive e neurologiche (testo adattato dalla definizione tratta da W3C Web accessibility initiative)

Alt text: significa “alternative text”, ovvero testo alternativo. Viene usato per descrivere le immagini a utenti ipovedenti, che possono usare screen reader per leggere il contenuto del sito. Su questo sito, per esempio, ogni volta che appare il nostro logo usiamo l’alt text “DNA Language logo, link to home page” [Logo DNA Language, link a home page]

Content management system (CMS): consente agli utenti di creare, gestire e aggiornare il proprio contenuto web. Una volta che il web designer o lo sviluppatore web ha progettato e creato il sito, gli utenti sono liberi di modificare il contenuto in base alle proprie specifiche.

Contenuto web: testo, immagini, animazione o contenuto multimediale (video o audio) incluso nei siti web.

Controllo finale (Proof-reading): Lettura (e rilettura) attenta di un documento non ancora pubblicato o stampato per individuare eventuali errori di ortografia, punteggiatura o grammatica.

Copywriting: la scrittura di materiale (stampato, per il web, blog, tweet e così via) in base all’incarico o alle istruzioni di un cliente. I copywriter (e i traduttori) devono tenere in considerazione fattori linguistici e culturali.

Rivedere o revisione: indicano un confronto sistematico del testo originale (testo di partenza) e del testo tradotto (testo di arrivo) prima della consegna, per controllare che il testo finale sia un’interpretazione accurata e uniforme del testo originale, che risponda ai criteri di qualità e che eventuali discrepanze siano state eliminate. La correzione comprende quindi eventuali modifiche necessarie a tale scopo.

Fornitore di servizi di traduzione: indica una persona o un’organizzazione che fornisce servizi di traduzione.

I software CAT non sono adatti per tutti i tipi di testi, come ad esempio documenti che richiedono un contributo creativo da parte del traduttore o con sottili sfumature linguistiche, o, ancora, testi che richiedono una conoscenza di base per la comprensione. I software CAT sono adatti per testi e progetti molto ripetitivi, ma non devono essere paragonati alla traduzione automatica, che, se si è fortunati, produce traduzioni abbozzate, ma nella maggior parte dei casi solamente parole senza senso.

I traduttori impiegano i software CAT per creare un database (memoria) di frasi e parole tratti da testi tradotti in precedenza. Il software suggerisce le frasi quando queste riappaiono in un nuovo testo di partenza. Il traduttore, non il software, decide se usare la traduzione suggerita o se correggerla per adeguarla al nuovo testo.

Leggibilità: è la facilità con cui si riesce a distinguere una lettera dall’altra in un determinato carattere. Si tratta di un elemento importante in testi brevi, che devono avere un impatto forte e immediato (ad es. la segnaletica stradale).

Readability: è un’indicazione di quanto siano di facile lettura parole, frasi e blocchi di testo. La leggibilità è un fattore importante per testi lunghi (ad es. libri) o per la lettura sullo schermo.

Localizzazione: l’adattamento di un prodotto o un testo a un determinato luogo o mercato. Spesso si usa questo termine per software o siti web. Oltre alla traduzione del testo, la localizzazione prevede l’adattamento di riferimenti culturali, di immagini, colori, design, della selezione delle parole chiave per un sito e così via.

Memoria di traduzione: un database che conserva le parole, le frasi e i blocchi di testo tradotti in precedenza. Il database viene utilizzato dal traduttore nell’ambito del software CAT.

Ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO): è l’arte e la scienza di rendere le pagine web interessanti per i motori di ricerca. La maggior parte delle persone utilizza i motori di ricerca per visualizzare solamente la prima pagina dei risultati; di conseguenza, per le aziende che dipendono dal traffico su motori di ricerca popolari per l’acquisizione di nuovi clienti, è importante ottenere un buon posizionamento all’interno del motore di ricerca ed essere presenti nelle prime pagine dei risultati (idealmente, al primo posto!).

Pagina standard: è l’unità di misura utilizzata da numerosi traduttori per misurare un testo e fornire un preventivo per i progetti. La lunghezza della pagina standard varia da Paese a Paese, e, a volte, da settore a settore. DNA Language fa uso di una pagina standard di 1.500 caratteri, spazi compresi, nella lingua sorgente. Altri traduttori preferiscono basarsi sul numero di parole.

Posizionamento nel motore di ricerca: è la posizione in cui un sito appare all’interno dei risultati di una ricerca condotta dall’utente all’interno di un motore di ricerca; un ranking alto (ad es. nella prima pagina) è l’obiettivo primario dei siti di e-commerce o dei siti che dipendono dal traffico all’interno del motore di ricerca più popolare.

Qualità: la qualità di una traduzione indica il grado di conformità del testo tradotto agli standard previsti di accuratezza, uniformità, completezza, chiarezza, facilità di comprensione, registro, formattazione, scadenza e così via. Le traduzioni di alta qualità devono tenere in considerazione le necessità dei clienti e dei lettori.

Redazione: sistemare, rivedere, amalgamare e preparare un testo per la sua versione finale assicurandosi, nei limiti del possibile, che vi sia stata conformità con la guida di stile del committente. Fra gli obiettivi della redazione figurano 1) l’individuazione e la rimozione di errori di fatto, grammaticali e tipografici, 2) la semplificazione di passaggi contorti, 3) l’eliminazione di parti non adatte al destinatario del testo e 4) la presenza di una sintassi scorrevole che garantisca una lettura fluida e chiara (Basato sulla definizione fornita dal Business Dictionary http://www.businessdictionary.com/).

Revisione: l’analisi di un testo tradotto e la valutazione della sua idoneità allo scopo concordato, nonché la sua conformità alle convenzioni e alle necessità del settore, del mercato o dei lettori a cui è rivolto. Comprende anche eventuali modifiche necessarie a tale scopo.

Screen reader: un software di sintesi vocale, inteso per l’uso da parte di non vedenti o ipovedenti. Il software pronuncia il testo visualizzato sullo schermo e consente agli utenti di “leggere” il contenuto.

Tecnologia ausiliaria: è la tecnologia usata da individui con disabilità per eseguire funzioni che altrimenti potrebbero risultare difficili o impossibili. Ad esempio, le persone dalla funzionalità manuale limitata, potrebbero ricorrere alla navigazione dalla tastiera, a una tastiera con pulsanti molto grandi o a un mouse speciale per usare il computer. I non vedenti potrebbero usare un software che legge il testo sullo schermo con una voce computerizzata. Gli ipovedenti potrebbero usare un software che ingrandisca il contenuto sullo schermo. (definizione ad opera di AccessIT)

Terminologia: i termini rilevanti che esprimono concetti specifici di un determinato settore.

Testo di partenza/originale: il testo nella lingua sorgente che deve essere tradotto nella lingua d’arrivo, riveduto e corretto, o modificato, a seconda delle necessità.

Testo finale o testo tradotto: il risultato del processo di traduzione, correzione, revisione e/o modifica di un testo nella lingua d’arrivo.

Tradurre o traduzione: lla trascrizione di un testo nella lingua d’arrivo specificata. Ogni volta che si usa la parola traduzione per descrivere un prodotto, ci si riferisce a una traduzione riveduta e corretta di un testo di partenza o originale.

Traduzione abbozzata: “gist” significa “il(i) punto(i) principale(i)”. Una traduzione abbozzata, quindi, fornisce un riassunto o un quadro generale dei punti principali di un testo. Le traduzioni abbozzate sono intese per l’uso all’interno di un’azienda e non sono destinate alla pubblicazione.

Traduzione assistita (CAT): si tratta di una traduzione di un testo realizzata usando un software con memoria di traduzione. Il software CAT contribuisce all’uniformità terminologica e aiuta i traduttori ad aumentare la loro efficienza e la loro produttività.

Traduzione automatica: si riferisce a un testo prodotto da un software di traduzione, senza l’intervento umano. Non è adatta per testi complessi o creativi, che richiedono una conoscenza generale dell’argomento da parte del traduttore o del lettore, oppure per testi con sottili sfumature di significato. La traduzione automatica fornisce, se si è fortunati, traduzioni abbozzate, ma nella maggior parte solamente parole senza senso.

Usabilità: è un attributo qualitativo per valutare la facilità di uso delle interfacce per l’utente. La parola “usabilità” si riferisce anche a metodi per migliorare la praticità durante la fase di design. L’usabilità è una caratteristica importante dei siti: gli utenti infatti non visitano volentieri i siti difficili da usare. (Definizione per gentile concessione di Jakob Nielson)

Utilità: si riferisce alla funzionalità di un sito o di un design: il sito risponde alle necessità dell’utente? Usabilità e utilità sono entrambe importanti: non serve che qualcosa sia facile da usare, se non è quello che l’utente vuole (di nuovo, definizione per gentile concessione di Jakob Nielson)

Web designer: si occupa del design e della presentazione di tutto ciò che il visitatore vede su un sito – gli aspetti visivi del sito.

Web developer: crea la funzionalità “dietro le quinte” (back-end) e l’interattività del sito, ovvero i database e la programmazione.

Nota. La distinzione fra web design e web development non è importante quando si collabora con un’azienda di web design di grandi dimensioni, in quanto all’interno vi sono normalmente specialisti per tutti i settori principali. Questi settori (che spesso si sovrappongono) comprendono il design, l’usabilità, l’accessibilità, SEO, la codificazione front-end, il design del database e diversi linguaggi di programmazione.

La zona grigia è rappresentata dal codice front-end (principalmente HTML e CSS) utilizzato per visualizzare il sito nel browser dell’utente. La qualità del codice è essenziale per aspetti come l’accessibilità, l’usabilità e l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Sia il designer che lo sviluppatore devono avere un’ottima conoscenza della codificazione front-end. Se per creare il vostro sito vi affidate a un solo professionista, indipendentemente dal fatto che sia principalmente un designer o uno sviluppatore, costui deve avere un’ottima conoscenza della codificazione front-end (definizioni e nota per gentile concessione di Zoë Tucker /Rude Goose, la creatrice di questo sito).

Web writing: stesura di un testo (o adattamento di un testo già scritto) per renderlo idoneo al web e al modo in cui gli utenti leggono i contenuti sul web. Rispetto a un testo stampato, per esempio, il contenuto web ha di solito frasi e paragrafi più brevi, oltre a un maggior numero di titoli.

Web-proofing: la redazione di un testo, solitamente destinato alla stampa, in modo che possa essere facilmente adattato per il web. Alcuni consigli: eliminare le note a pié di pagina; inserire riassunti delle sezioni; usare frasi e paragrafi brevi, titoli, sottotitoli ed elenchi puntati, invece di lunghi elenchi all’interno delle frasi.

Zoom: in termini di accessibilità web, la funzione di zoom consente agli utenti ipovedenti di ingrandire il testo. I siti devono quindi essere progettati in modo che testo e pagine possano essere ingranditi o ridotti. La funzione di zoom è solitamente disponibile sul sito stesso o tramite un’apposita opzione nel menu Visualizza del browser.

Vi invitiamo a contattarci per eventuali termini che vorreste vedere inclusi nel Glossario.